Giulia Lancello

Psicologa, insegnante di Mindfulness e protocolli MBSR, curatrice del progetto MenteCuoreCorpo(www.mentecuorecorpo.wordpress.com).

La laurea in Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia mi è servita per capire che spesso, le cose davvero importanti della vita sono le più piccole.

Incontro la Mindfulness per caso, durante una lezione del professor Gherardo Amadei, mio docente universitario. E’ lui mi che mi trasmette tutto il suo amore verso questa pratica di consapevolezza. Proprio in quel momento che qualcosa dentro di me, in una zona più o meno collocata all’altezza della mia pancia, si accende. Una piccola scintilla. Io, curiosa nel DNA, decido di approfondire da sola. Quindi leggo, leggo e ancora leggo. E pratico, pratico e ancora pratico. Provo profonda gratitudine verso il prof. Gherardo Amadei per aver acceso quella piccola scintilla.

Sento che quella piccola scintilla si sta trasformando e decido di dedicare la mia tesi di laurea alla Mindfulness e conduco uno studio sul suo rapporto con la flessibilità cognitiva.

Dopo la laurea magistrale svolgo un periodo di internship presso il Dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca e mi dedico alla ricerca scientifica sul potere della Mindfulness. Progetto e conduco diverse ricerche sperimentali e ho l’opportunità di conoscere sempre meglio il mondo della Meditazione. La piccola scintilla ora è passione.

Non smetto mai di praticare, quotidianamente, la Mindfulness. Perchè l’unico modo per capire davvero cosa significa, è, appunto, praticare: semplicemente stare lì dove si è, semplicemente respirare. Con la gioia e con il dolore, con il piacere e con il dolore. Senza rifiutare nulla. E in certi periodi non so come avrei fatto senza la pratica di Mindfulness.

Da qui nascono tutti quei rapporti professionali, ma soprattutto umani, che mi hanno portata ad essere quello che sono.

Mi sono formata presso il Centro Italiano Studi Mindfulness di Roma. Sto frequentando il Master di Psicosomatica presso l’Istituto di Psicosomatica PNEI (Psico-Neuro-Endocrino-Immunologia) di Bagni di Lucca.

Il mio percorso mi porta ad essere convinta, ogni giorno di più, che lavorare su se stessi, con onestà e coraggio, sia l’esperienza più sensazionale che una persona possa fare.

Previous article

Stefano Broccoli

Next article

Silvio Mottarella