“Solstizio d’Inverno”: un corto d’autore contro l’abbandono dei rifiuti

30 marzo 2018 | Chiarissima 2018, Chiarissima Società, News

Elit Iscan e Giovanni Calcagno

E’ davvero impossibile far capire quanto sia grave abbandonare rifiuti? Davvero dobbiamo rassegnarci a strade, campi o fossi sommersi da plastica, rottami, sacchi di immondizia? Oppure qualcosa si può fare per tenere in vita la speranza e cambiare? Magari grazie a una storia esemplare in grado di emozionare e di arrivare dritta al cuore.

“Solstizio d’inverno” è proprio questo: un cortometraggio poetico e potente, capace di lasciare un segno indelebile nelle nostre coscienze. Un progetto voluto e realizzato con determinazione dal direttore del Festival Chiarissima Giovanni Vitali. Non per caso la IX Edizione, intitolata  “Innamorarsi della Terra”, si rivolge al delicato rapporto tra l’uomo e la terra, tra l’uomo e la natura.

La banda G.B. Pedersoli di Chiari

Girato dalla regista professionista Alessandra Pescetta, scritto insieme a Francesca Scotti e interamente finanziato da LGH, “Solstizio d’inverno” vede la giovane attrice turca Elit Iscan nella parte di Bahar, una ragazza piena di voglia di fare in prova come lavapiatti in un bel ristorante del Nord Italia. Il suo entusiasmo viene presto ostacolato da un altro lavoratore, Igor (Giovanni Calcagno), che temendo la promozione della nuova arrivata architetta un sistema per metterla in cattiva luce agli occhi del proprietario, il signor Bartoli (Giorgio Locatelli). Nel suo sforzo Igor riuscirà a mettere in discussione la serietà e la responsabilità con cui Bahar separa meticolosamente i rifiuti del locale, ottenendo però un risultato del tutto imprevisto.

Sullo sfondo di “Solstizio d’inverno” appaiono scorci della città di Chiari e la Franciacorta con i suoi paesaggi e i suoi ambienti: piazza Zanardelli, l’agriturismo “Corte Breda”, ma anche “Le petit cafè” e le sale del corpo bandistico “G.B. Pedersoli”, i cui musicanti figurano in scena con gli attori non professionisti della compagnia “Idea teatro”. Il risultato è un piccolo capolavoro che supera i confini dell’Ovest bresciano rappresentando così tutti i paesi d’Italia colpiti dall’abbandono dei rifiuti. Una storia di speranza capace di far rinascere il sentimento e la speranza anche in chi sembra essere costretto a rimanere nei bassifondi della società.



Domenica 13 maggio – Dalle 18.00 alle 20.00 (Sala conferenze – Ex Scuderie) 

SOLSTIZIO D’INVERNO 
Presentazione e proiezione no-stop del cortometraggio di Alessandra Pescetta
Ingresso libero

Iscriviti alla Newsletter

Ti invieremo aggiornamenti senza disturbare.

Previous article

Elit Işcan

Next article

Giovanni Calcagno