Tre ore di viaggio immaginale con Selene Calloni Williams

     

    selene-calloni-williams-300x300  OSPITE_SELENE CALLONI

     

     

     

     

    Per il secondo anno il Festival Chiarissima® ha il piacere di ospitare Selene Calloni Williams, scrittrice, viaggiatrice e documentarista autrice di numerosi libri e documentari a tema Psicologia ed Ecologia profonda, Sciamanismo, Yoga, Filosofia e Antropologia.

    Gli appuntamenti da non perdere saranno due. Una breve presentazione del nuovo libro “Discorso alla luna” e il seminario esperienziale “Pratiche immaginali” della durata di tre ore.


    DOMENICA 14 MAGGIO – 11.30-12.30 – SALA TRE

    DISCORSO ALLA LUNA

    Incontro e presentazione del libro con SELENE CALLONI WILLIAMS.

    Una profezia scritta in un antico testo indù parla di una nuova umanità che nascerà dalla dinastia della Luna. Il momento è questo. Alcuni si stanno già differenziando. Anche in un mito siberiano l’avvento dell’uomo dopo l’uomo è stato descritto.
    Anche in Europa il cambiamento è in atto. Pan, il dio, il grande, è stato richiamato dalle viscere delle terra, è l’anima selvaggia che già cavalca il vento nel nome degli spiriti di natura.
    Non è solo un romanzo, ma il racconto di eventi che stanno accadendo realmente.

    DOMENICA 14 MAGGIO – 13.00-16.00 – SALA CONFERENZE

    PRATICHE IMMAGINALI:
    DEBOLE COME UN UOMO, TRANQUILLO COME UN DIO

    Conferenza e mini seminario esperienziale di tre ore con SELENE CALLONI WILLIAMS.

    Al movimento immaginale, che prende l’avvio in Occidente con la psicologia analitica (C.G. Jung) e prosegue nella psicologia archetipica (J. Hillman), si iscrive il metodo delle costellazioni immaginali. Nella visione immaginale il corpo e il mondo sono interni alla psiche. […] A mezzo dell’applicazione della visione immaginale è possibile riappropriarsi della realtà come di un’emanazione della propria psiche e trovare in sé le energie per agire su questa emanazione in termini costruttivi. […]

    Con tali premesse, l’approccio immaginale è in grado di intervenire alla radice nei processi di comunicazione e di crescita personale e professionale. L’apertura alla creatività trova una reale spinta innovativa nella visione immaginale che fa della psiche la sorgente del flusso della realtà. Le pratiche simbolo-immaginali – ovvero gli strumenti utili a “fare anima” che nascono in una visione immaginale, come le costellazioni immaginali – hanno come vigorosa conseguenza una sensibile diminuzione della paura inconscia, che è notoriamente il massimo freno inibitore della capacità decisionale e la più aspra obiezione emotiva al successo.

    Dal sito www.selenecalloniwilliams.com